´Antico insediamento rurale tipico del Salento costituito in origine da fabbricati per la residenza padronale e dei massari  che  si occupava della conduzione dell’azienda per la coltivazione dei campi circostanti e da fabbricati per il ricovero degli animali . E’ posto a sud-est ad un chilometro dalla periferia della città di Lecce.
´Il fabbricato risalente a metà ottocento è in stato fatiscente ed è considerato collabente.
´La proprietà qui descritta consiste nei fabbricati esistenti che interessano una superfice coperta di mq. 575,00 ca. per un volume esistente di circa mc. 2.100,00ca. e terreni circostanti per 12 ha ca. inclusa una cava di tufo dalla quale fu estratto il tufo utilizzato per la realizzazione dei fabbricati .
´Per detto insediamento rurale è stato eseguito uno studio preliminare per il recupero della Masseria.
´Il progetto redatto su committenza della proprietà, ha ipotizzato in primis il  recupero, ed un ampliamento di superficie coperta  e volumi  in futuro. Prevedendo la riqualificazione della Masseria in struttura turistico ricettiva nel rispetto delle tradizioni locali e del sito che ha certamente una connotazione storica in quanto si trova sulla via Francigena del sud che conduceva a Lecce ,con inizio dalle colonne romane di Brindisi che rappresentavano il termine della via Appia.
´La nuova struttura è stata pensata  per contenere un villaggio-albergo con standard richiesti da una clientela esigente.

Mappa